CERCA TRA LE BAND
WORLD
3SUONA DAL VIVO!
2CONFERMA LA DATA DEL TUO CONCERTO
1ISCRIVITI AL FESTIVAL
RECENSIONI
Home  >  Concerti  >  Concerti nel mondo  >  Recensioni
PROSSIMI CONCERTI
Nazione

Città

PROSSIME BAND SUL PALCO
Iscritti 16 ore fa

Alis Mata

Cantautorale
Italia
Iscritti ieri alle 11:51

Ras Nir

Death Metal
Italia
Iscritti il 17 settembre 2020 alle 09:28

INSOMNIA

Pop Rock
Italia
Prossime nel mondo
Iscritti 12 ore fa

Owsay

Other...
Russia
Iscritti 24 ore fa

Радионервы

Alternative rock
Russia
RECENSIONI

La qualità psichedelica degli Oonar!

Citazioni pindariche, led luminosi sul palco, e sintetizzatori sfruttati con la massima preparazione: entrate nel mondo onirico degli Oonar!



Quando gli Oonar salgono sul palco, ci si ritrova a primo impatto un musicista un po’ scapigliato, con un microfono la cui asta è tempestata di Led rossi. L’idea è quella di ritrovarsi di fronte gli extraterrestri, ma con l’aggiunta di un nome un po’ bizzarro. E invece bastano poche note, e la consapevolezza di essere al cospetto di musicisti di qualità è subito chiara. La band di cui fanno parte Ruggero Poggi, Claudio Di Ciccio, Dario Marcobelli e Alessio Simonetti nasce nel 2005 e il nome scelto Oonar, appunto, è preso da Pindaro e in greco antico vuol dire Il Sogno. Il loro genere spazia dall’elettronica contemporanea, alla new wave e negli anni, i successi meritatissimi, non tardano ad arrivare. La collaborazione discografica con la Music Force e la Don’t Call Me Records, ospitate in programmi musicali per canali televisivi su Sky e passaggi radiofonici su emittenti nazionali come Rai Radio 1 e Isoradio, sono solo alcuni dei traguardi di questa band originaria di Latina che poi nel 2011 arriva all’incisione del primo Ep. Il brano di lancio Running e tutt’ora trasmesso da 100 emittenti, italiane ed estere. Numerossisime le esibizioni live sui palchi più importanti della capitale per quanto riguarda il genere underground, come il Circolo degli artisti, L’Hard Rock Cafè. Altro pezzo da menzionare è “Lost” , dal ritmo a dir poco travolgente come tutti i loro brani in pieno stile synth pop anni 80, realmente accattivanti e degni dei pezzi dei migliori musicisti professionisti, perché la qualità c’è e si sente. Quando si parla di “sintetizzatori” non si tratta per loro di una mera passione affinata negli anni e di semplice ascolto di artisti come i Depeche Mode, ma di una vera e propria preparazione pratica sì, ma anche teorica. Uno studio approfondito fondato su basi matematiche ha portato Claudio Di Cicco a perfezionarsi e a crescere sempre di più negli anni. La voce di Ruggero, poi, è matura e precisa e per alcune tonalità ricorda un po’ quella di Chris Martin, ma a proposito di questi paragoni lui stesso ammette di preferire una voce che sia solo ed esclusivamente simile a sé stessa. Idee chiare e determinazione quindi non mancano a questo gruppo che oltre ad avere una band page su Facebook, costantemente aggiornata e dove è possibile ascoltare i loro brani, ha anche un sito internet www.oonar.com dove non mancano informazioni molto dettagliate su ogni singolo membro della band e la loro carriera fatta di successi sempre in crescita.

Cosa altro aggiungere quindi a proposito di questa band che parla da sola? Non resta che godersi una delle loro esibizioni live che è spettacolare in ogni senso. E quale occasione migliore della semifinale di Emergenza quando il 27 Aprile si esibiranno al Black Out di Roma? Se non credete a quello che avete appena letto, crederete alle vostre orecchie!