CERCA TRA LE BAND
WORLD
3SUONA DAL VIVO!
2CONFERMA LA DATA DEL TUO CONCERTO
1ISCRIVITI AL FESTIVAL
RECENSIONI
Home  >  Concerti  >  Concerti nel mondo  >  Recensioni
PROSSIMI CONCERTI
Nazione

Città

PROSSIME BAND SUL PALCO
Iscritti ieri alle 09:28

INSOMNIA

Pop Rock
Italia
Iscritti il 15 settembre 2020 alle 16:16

SIN

Other...
Italia
Iscritti il 14 settembre 2020 alle 23:10

Fisarmonica sola

World Music
Italia
Prossime nel mondo
Iscritti 4 ore fa
Iscritti 9 ore fa

Los oficiales

Hard Rock
Spagna
RECENSIONI

Il brit rock degli Out of Order direttamente in semifinale.

Il nome Out of Order, in italiano significa “fuori posto”, in realtà il loro posto è quello giusto: il Black Out di Roma



Quello dei Out of Order, è un gruppo recentissimo. Giovane la band come giovani sono i suoi membri e per questo tenaci e agguerriti come si può essere solo a quell’età. La band si forma nel 2012 per volontà di Niccolò Liorni , voce e chitarra ritmica ed Enrico Biliardo, la chitarra solista. Ai due si aggiungono il basso Andrea Dodi e la batteria di Francesco Serse. Nonostante i pochi mesi di attività, il gruppo ha collezionato già una serie di tutto rispetto di esibizioni live nelle quali hanno avuto modo di farsi conoscere e far conoscere il proprio genere. Uno stile quello degli Out of Order chiaramente ispirato al rock inglese come dimostrano i loro brani “Fly to you” o “Idea” il cui sound ricorda assolutamente quello degli Oasis. Pezzi dunque che vale la pensa ascoltare e che si possono trovare anche sulla loro band page di Facebook dove gli Out of Order hanno già raggiunto e superato i 350 fans.

Ma siccome un’esibizione live è sempre tutta un’altra storia, da non perdere è l’opportunità di ascoltarli suonare dal vivo. Dove? Presto detto. Tra i vari traguardi già raggiunti dalla giovane band romana, ne figura uno importantissimo: essersi guadagnati la semifinale di Emergenza Festival al Black Out di Roma. Il 25 Aprile è dunque la data da segnare per conoscere meglio questi quattro ragazzotti che in alcune delle loro foto su Facebook si presentano anche ben pettinati, in giacca e cravatta, tanto da ricordare un po’ i Beatles dei primi tempi. Ma non fatevi ingannare, in realtà sono scapigliati, ma soprattutto scatenati.