CERCA TRA LE BAND
WORLD
3SUONA DAL VIVO!
2CONFERMA LA DATA DEL TUO CONCERTO
1ISCRIVITI AL FESTIVAL
RECENSIONI
Home  >  Concerti  >  Concerti nel mondo  >  Recensioni
PROSSIMI CONCERTI
Nazione

Città

PROSSIME BAND SUL PALCO
Iscritti il 17 settembre 2020 alle 09:28

INSOMNIA

Pop Rock
Italia
Iscritti il 15 settembre 2020 alle 16:16

SIN

Other...
Italia
Iscritti il 14 settembre 2020 alle 23:10

Fisarmonica sola

World Music
Italia
Prossime nel mondo
Iscritti 13 ore fa

MTM Blues

Other...
Polonia
Iscritti 14 ore fa
RECENSIONI

Le recensioni della 7 eliminatoria Firenze@Keller Platz

HOLES IN THE GROUND, THREE CHORDS, OPERA, STILL JACKS, RESPIRO, LUNOCODE, JAM JOYCE, AVENGERS (GUEST).



Molto bella la serata del keller Platz, la settima eliminatoria, 8 band sul palco per aggiudicarsi la semifinale al Viper, HOLES IN THE GROUND, THREE CHORDS, OPERA, STILL JACKS, RESPIRO, LUNOCODE, JAM JOYCE

 più i giovanissimi Rockers Milnesi, AVENGERS.!!!

Tanto lavoro per i tecnici e tanta musica peri il folto pubblico che ancora una volta applaude sostiene e vota le band a prescindere……..bene così !!

Personalmente la varietà della serata ha reso la serata ancora più interessante, unica cosa che ha reso le band simili tra loro è stata la voglia di esserci e di dire la propria facendo scelte musicali con personalità, la votazione finale ha fatto si che per il meccanismo dei ripescaggi tutte le band di serata si sono qualificate per il turno successivo!!!

Bene quindi, Bravi dunque….bis infine:)!!! VIPER.

Veniamo alle recensioni:

THREE CHORDS; band attenta al song writing e alle dinamiche, piacevoli e belle le loro slow songs, carattere rock intellettuale, molto armoniche le due voci maschile e femminile!!

Sicuramente apprezzabile il sound che complessivamente è ben gestito dalla band.

Il potenziale è tanto sia per capacità che per genere musicale stesso……possono esistere in varie forme di arrangiamento e questa è una dote da sfruttare.

Più concentrazione e complessivamente da migliorare sulla tecnica di insieme.

Bravi.

HOLES IN THE GROUND; simile nella risultante ma non nell' indole se paragonati ai precedenti………..gli HOLES sono in tre, interessante il loro Know How che li porta a suonare uno slow rock psichedelico davvero ben fatto, con personalità, di grande potenziale…e non solo slow!!!

Mi è piaciuto il loro approccio sul palco, bravo il cantante che si svincola alla grande tra chitarra e tastiera,tanta anima e musicalità …bravo !!!

La parte ritmica è old school e fa la propria ottima parte. 

Da rivedere nel senso positivo del termine :)

Bene e bis.

OPERA; Gotici, Pop, Metal, Rock.....band moderna con legami nel passato………..molto esperti, bravi tecnicamente, ottima la presenza scenica per look e carisma della lead singer………

Il concerto è di impatto e di livello….gran "tiro" e ottime strutture, peccato il sound sul palco risulta essere dominante nella chitarra e la cosa di sicuro influisce sulla risultante sonora!!

Complessivamente gli Opera hanno le idee, sanno come svilupparle e lo fanno con ottima prospettiva, non mi è piaciuto il look e la tenuta di palco di insieme, il genere vuole più impatto e la cantante in questo senso era un po' sola.

Band che suona e piace.

Bravi e VIper.

STILL JACKS, dopo le prime due bands di indole più morbida Opera e Still Jacks hanno in comune di dare un impronta più dura ai propri e rispettivi concerti.

Gli STILL leggermente meno classici, un quasi metal ,post grunge, crossover della serie un po' di '80's e '90' s rivisti e corretti in chiave 21 secolo. 

Grandi……mangiano il pubblico è il palco, movimento perpetuo di tutta la band che nonostante il look eterogeneo risultano compatti nel sound. 

Non eccedono nel curare il songwriting anche se la voce è quasi sempre ben collocata tra le canzoni, grinta da vendere forse anche troppa nel senso che ogni tanto causa la troppa energia il concerto perde di compattezza…….se è una scelta ok, se non lo è lavorarci sopra :).

Bravi e semifinale.

RESPIRO, ancora una voce leader femminile, più romantica e graffiata in questo caso………non si esce vivi dagli anni '80 ma anche dai '90 non è facile.

Anche per generazione propongono un rock un po' grunge, noise con "forse"e comunque una band di indole melodica e di ottima fattura.
semplici e armoniosi negli arrangiamenti, una sola chiatarra nel loro caso agevola la dinamica.
Belle le canzoni e tutti bravi i musici ....sempre sul pezzo!!!..... anche in questo caso per il sound complessivo la chitarra è un po' sopra le righe come suono e volume, bello il suono per carità m un pò generoso per così dire…..povere queste cantanti che fatica per sentirsi :)!!!

Ignoro il titolo ma l' ultima canzone del loro concerto è uno dei momenti migliori della serata.

Semifinale.

LUNOCODE, ancora voce al femminile in chiave Rock, Dark, Acustico e anche un pò roots ( vedi percussioni )…….se sto esagerando nei generi ditemelo :), potrei paragonarli agli Opera o viceversa perché anche per i LUNOCODE l'approccio è molto ampio ma ben radicato nel rock scuro o gotico se preferite, anche qui metal, suoni a tratti più barocchi.

Sorpendono per la facilità con la quale gestiscono suoni elettrici con gli acustici, belle le canzoni e tecnicamente ben suonate, ottima presenza scenica della cantante e del resto della band…nota a favore delle due Gibson sfoggiate sul palco chapot........forse il più mentale di tutti i LUNOCODE e anche il più romantico, è il chitarrista con l'acustica su stand………sembra un po' escluso dal "movimento di palco" ma non le è nel suono e nel suonato!!!

Bravi e Viper!!!

JAM JOICE, e "Jam" sia........ultima band in gara e cambio radicale di musica. 

Strumentali e cervellotici, di nicchia ma di approccio positivo, Miles docet nel Sax poi tanta Psychedelia, New e Old  Jazz, Prog e via dicendo……..scuri anche loro ma con indole diversa dalle altre band.

Interessantissimi ma non dando riferimenti "facili" nel songwriting hanno il limite di non lasciare un ricordo esatto delle loro canzoni, per altro dire non sono di certo una Pop Band.
La loro musica è "mantra" applicato e intelletto musicale, nichilisti con jam session e struttura……..molto particolari davvero e di sicuro quello che fanno per scelta estetica e musicalità risulta assoluto e ben fatto……giovani posseduti da menti di musicisti consumati??………...avanguardia dalle nostre parti:)!!

Bravi e Viper.

AVENGERS; ed ecco i "vendicatori" del R n' R puro……..in una serata come questa niente di meglio che chiudere con un sano semplice e fottutissimo Rock and Roll……and we like it !!!!……..da dove ?? Milano!! 

Giovanissima band e con personalità da vendere, veri e con tanto talento, ottimo lo show e considerata l 'età c'è poco da dire ……..beati Voi e avanti tutta !!!

So che fate una prova la settimana………….mmmmmm……..due prove da qui alla semifinale del Tunnel……poi raccontateci come è andata :)!!!....studi permettendo pardon.

YEAH !!

Il 1 Aprile ( non è uno scherzo ) ci sarà l'ultima e ottava eliminatoria del Keller Platz per poi proseguire al Viper, come di consueto grazie allo splendido staff del Keller Platz, Tommy e Simone i tecnici, MARSAHLL per gli Ampli e UFIP per i Piatti, grazie alle bands e a tutti voi che avete letto sino alla fine questo report di serata.

Frils.