CERCA TRA LE BAND
WORLD
3SUONA DAL VIVO!
2CONFERMA LA DATA DEL TUO CONCERTO
1ISCRIVITI AL FESTIVAL
RECENSIONI
Home  >  Concerti  >  Concerti nel mondo  >  Recensioni
PROSSIMI CONCERTI
Nazione

Città

PROSSIME BAND SUL PALCO
Iscritti il 17 settembre 2020 alle 09:28

INSOMNIA

Pop Rock
Italia
Iscritti il 15 settembre 2020 alle 16:16

SIN

Other...
Italia
Iscritti il 14 settembre 2020 alle 23:10

Fisarmonica sola

World Music
Italia
Prossime nel mondo
Iscritti 12 ore fa

MTM Blues

Other...
Polonia
Iscritti 13 ore fa
RECENSIONI

Il Rock è caldo nel freddo di Roma

Tutte le reviews della serata di sabato 15 dic allo ZOOBAR. God's Left Hand, The Cheaps, Soundex, Chaos Class, Aether Drop, Alcoholic Water, Infinito.



Sono 7 le Bands che suonano nell'ultima serata del 2012 alla ZooBar.

La serata inizia con gli INFINITO che salgono sul palco con un'esibizione perfetta. Le loro canzoni sono facilmente riconducibili a un genere pop rock melodico che ricorda i Modà, con motivi che rimangono ben in testa. Si percepisce sicurezza ed esperienza da questo gruppo che ha già un ricco curriculum di concerti,contest,ed album registrati. Con loro ha inizio la settima serata della fase eliminatoria.

Secondi nella scaletta della serata i THE CHEAPS, band alternative rock di forte impatto per bella presenza sul palco e supporto musicale che non da meno. Le canzoni dai giri e accordi semplici sono risultate però efficaci,riscuotendo successo tra il pubblico, anche per la verve di questi ragazzi che hanno suonato con tutte le loro energie,batterista in particolare. La voce calda,vibrata e di gran carattere del cantante/bassista,e accortezze come il botta e risposta degli assoli dei due chitarristi, coloriscono una performance molto ben riuscita.

E' il turno dei CHAOS CLASS, una delle band più giovani finora salite sul palco dello Zoobar. Suonano un alternative punk rock in cui spicca la voce del cantante per un timbro sporco molto particolare,anche se manca di una buona pronuncia inglese. Il gruppo appare non sempre
molto compatto,il sound ha bisogno di essere curato meglio per evitare che si percepiscano singoli strumenti scollegati. Ma di tempo ne hanno, e speriamo di risentirli sicuri e decisi con la carica giovanile che li caratterizza.

E poi, i GOD'S LEFT HAND, sorpresa della serata che spiazza tutti per bravura e originalità. Punta di diamante del gruppo è il cantante nonchè tastierista, per l'estrema padronanza tecnica dello strumento e della voce, potente e penetrante, che si combina perfettamente con il suo carisma irriverente e disinibito che stravolge il pubblico e lo fa saltare dalla prima all'ultima canzone.
Ne viene infatti uno show estremamente teatrale, dall'atmosfera simile a "nightmare before christmas", in cui il resto del gruppo contribuisce con estrema dinamicità e originalità negli arrangiamenti, rendendo le canzoni una più accattivante dell'altra. Decisamente molto bravi.

Salgono a seguire i SOUNDEX. La loro è una performance dritta ed esaustiva con canzoni in italiano d'impronta pop rock ben strutturate, in cui il fulcro dell'attenzione va nei confronti dei testi delle canzoni di cui il cantante spesso ne anticipa l'intenzione, ovvero quella di una ricerca nell'ambito delle emozioni umane. Si fatica un pò a cogliere un marchio di originalità,che faccia staccare il gruppo dalla tradizione italiana già ben ricca di musica di questo genere.

Penultimi gli AETHER DROP, freschi e carichi di energie, suonano e si divertono. Il loro alternative metal coinvolge il pubblico e riscalda l'atmosfera, tanto da far rimanere i giovani musicisti a petto nudo,nessuno escluso, in una sorta di strip-tease collettivo, che li fa scatenare ancora di più sulle note a volte grunge delle loro canzoni. Il gruppo appare ben amalgamato tra arrangiamenti e songwriting discreti,ma che devono la loro riuscita alla voce del cantante che particolarizza il tutto, grazie alla versatilità e potenza, e un timbro che ricorda alla lontana Serj Tankian, il cantante dei System of a down.

Chiudono la serata gli ALCHOLIC WATER, con una performance tra le migliori della serata. I tre ragazzi,bassista,batterista,e cantante/chitarrista, sono musicisti maturi,così com'è maturo il loro live dai colori blues e hard rock,fatto di canzoni facilmente inscrivibili nel panorama del rock americano anni '60/'70, ma con un sapiente arricchimento di assoli,tempi ritmici particolari,e una voce graffiante indispensabile per questo genere. Un degno finale per la serata.

Passano il turno al 1º posto God's Left Hand con 55 voti, al 2º posto The Cheaps con 51 voti, al 3º posto Soundex con 41 voti, al 4º posto Chaos Class con 38 voti, non passano il turno Aether Drop con 28 voti, Alcoholic Water cn 21 voti, Infinito con 16 voti