CERCA TRA LE BAND
WORLD
3SUONA DAL VIVO!
2CONFERMA LA DATA DEL TUO CONCERTO
1ISCRIVITI AL FESTIVAL
RECENSIONI
Home  >  Concerti  >  Concerti nel mondo  >  Recensioni
PROSSIMI CONCERTI
Nazione

Città

PROSSIME BAND SUL PALCO
Iscritti 16 ore fa

Alis Mata

Cantautorale
Italia
Iscritti ieri alle 11:51

Ras Nir

Death Metal
Italia
Iscritti il 17 settembre 2020 alle 09:28

INSOMNIA

Pop Rock
Italia
Prossime nel mondo
Iscritti 13 ore fa

Owsay

Other...
Russia
Iscritti ieri alle 05:00

Радионервы

Alternative rock
Russia
RECENSIONI

Recensione dischi: Graceland, Paul Simon

Uno dei più grandi sperimentatori in ambito della world music



Come probabilmente avrete già notato adoro gli artisti che sperimentano nell'ambito della world music. Quell'immenso artista che è Paul Simon lo ha fatto.
Dopo una ventina di anni passati a comporre ottimi brani, prima assieme a Garfunkel e poi per una decina d'anni da solo, incontra la musica africana. Prende contatti con i Ladysmith Black Mambazo e comincia a scrivere ''graceland '' assieme a loro. Ne esce qualcosa di davvero innovativo: la più pulita musica folk americana si fonde con i ritmi e le sonorità tipiche dei mambazo creando atmosfere esotiche e ignote all'orecchio del grande pubblico.
Se la world music è diventata celebre lo dobbiamo in fondo anche un po' a Simon e questo album, spesso non menzionato tra i suoi lavori migliori, è con molta probabilità il suo album meglio riuscito.
Non bisogna temere i cambiamenti, non bisogna aver paura di compromettersi, nè si possono sfornare le solite minestre riscaldate per accontentare i più puristi tra i propri fan. Bisogna sperimentare, solo così si entrerà a pieno merito nell'olimpo della musica.

Falangher.